ascensori

Ascensori

Garantiamo ai vostri immobili e ai vostri condòmini la sicurezza nell’uso quotidiano di ciascun ascensore, secondo le procedure e le normative vigenti. Offriamo il servizio di verifica periodica attraverso ingegneri abilitati e altamente qualificati.

Effettuiamo verifiche di diversi tipi:

Collaudo impianti
Verifica periodica ascensori
Verifica straordinaria ascensori

Perchè effettuare la verifica?

Effettuiamo il collaudo di un ascensore per accertare la conformità alla Direttiva 2014/33/UE, attraverso il controllo del rispetto della normativa tecnica di riferimento o, in alternativa, con la verifica che il grado di sicurezza ottenuto sia almeno equivalente a quello garantito dalla normativa.

Come lavora CSDM?

Valutiamo la conformità di un ascensore secondo quanto previsto dall’ALLEGATO V (esame finale) o dall’ALLEGATO VIII (verifica di un unico prodotto) della Direttiva ascensori:

  1. Nel caso di “verifica di un unico prodotto”, l’installatore deve fare richiesta a CSDM, allegando la documentazione tecnica ed una dichiarazione che attesti di non aver fatto medesima domanda ad altro Ente. La documentazione tecnica inoltrata deve essere completa, per consentirci di valutare la conformità dell’ascensore alla Direttiva, di comprenderne il progetto, l’installazione ed il funzionamento. Un nostro ingegnere, esaminata la documentazione tecnica, si recherà sull’impianto (accompagnato dall’installatore) al fine di eseguire le prove necessarie alla verifica dell’impianto ascensore. Tale controllo riguarda sia la corrispondenza tra progetto e realizzazione, sia l’efficienza dei componenti di sicurezza. In seguito alle verifiche di conformità dell’impianto ascensore, rilasceremo l’attestato di Conformità sulla base delle prove effettuate. In caso di esito negativo, invece, forniremo un report dettagliato a motivo del rifiuto, quindi suggeriremo le misure e i mezzi necessari per ottenere la conformità.

 

  1. Nel caso di “esame finale”, viene valutata la conformità dell’impianto in base ad un modello certificato di ascensore, secondo le prescrizioni dell’allegato IV-B, oppure in base ad un modello progettato e fabbricato secondo un sistema di qualità approvato. La procedura risulta analoga ai casi precedenti, ma la documentazione necessaria risulta invece ridotta.

Perchè effettuare la verifica?

Le visite o verifiche periodiche agli ascensori hanno lo scopo di assicurare un regolare controllo del grado di sicurezza degli impianti elevatori.

Come lavora CSDM?

Per poter effettuare le verifiche periodiche, richiediamo la presenza del libretto e/o certificato di collaudo dell’impianto ascensore (in caso contrario sarà necessario procedere nuovamente con l’omologazione/collaudo dell’impianto).

Le nostre verifiche periodiche vengono eseguite con la presenza della ditta incaricata per la manutenzione dell’impianto ascensore.

Il nostro servizio di verifica periodica ascensori prevede:

  • La trascrizione dei dati tecnici (con verifica conformità dell’impianto rispetto a quanto presente nel libretto).
  • L’esecuzione delle prove atte ad accertare la condizione di efficienza dei componenti responsabili della sicurezza di esercizio dell’impianto.
  • Il controllo del regolare funzionamento dei dispositivi di sicurezza.
  • Il controllo dell’avvenuta esecuzione degli interventi richiesti nelle precedenti verifiche.
  • La supervisione delle eventuali operazioni di adeguamento dell’impianto eseguite dal manutentore, verificando i risultati al termine dei lavori.

Durante la verifica vengono ispezionati diversi ambienti:

  • Il locale macchina
  • Il vano di corsa (testata e fossa)
  • Il locale rinvii, nonché le vie di accesso a detti locali

Il nostro servizio di verifica periodica prevede precise procedure, come da sistema qualità certificato, per garantire un’esecuzione altamente professionale delle verifiche minimizzando eventuali errori ed omissioni.

La conclusione della verifica periodica prevede l’emissione di un rapporto di ispezione (redatto dall’ingegnere incaricato) e la relativa spedizione:

  • allo studio di amministrazione del condominio, e/o proprietario, e/o legale rappresentante.
  • alla ditta di manutenzione incaricata.

Una copia del rapporto viene conservata, come previsto nei termini di legge, nel nostro archivio.

Perchè effettuare la verifica?

La verifica straordinaria, come stabilito dal D.P.R. 162/99 art 14, deve essere obbligatoriamente richiesta:

  1. A seguito di verbale di verifica periodica con esito negativo.
  2. In caso di incidenti di notevole importanza.
  3. Nel caso siano apportate all’impianto modifiche o sostituzioni di parti principali, definite all’art 2 comma 1 lettera i).

Qualora si verifichi una delle condizioni sopra riportate il proprietario/legale rappresentante deve spedirci la richiesta di visita straordinaria.

Unitamente a questa occorre farci arrivare, nel caso sia necessario, la relazione tecnica relativa alle parti sostituite e i certificati di tipo e di conformità (se previsti). Il nostro personale ti assiste costantemente in tutti i passaggi burocratici.

Come lavora CSDM?

  • Analisi della documentazione tecnica prodotta dal responsabile della modifica.
  • Pianificazione della verifica.
  • Verifica. Un ingegnere CDSM, con l’assistenza di un incaricato della ditta di manutenzione, verificherà nel dettaglio che i lavori svolti soddisfino i requisiti previsti dalla normativa vigente.
  • Verifica della rispondenza dei lavori svolti rispetto alla relazione presentata. L’ingegnere svolgerà tutte le prove necessarie ad accertare il corretto funzionamento e l’installazione dei componenti sostituiti. Tutte le nostre attività vengono svolte in modo informatizzato.
  • Emissione rapporto di ispezione al termine della verifica, sia in caso di esito positivo che negativo con le eventuali osservazioni e/o prescrizioni di sicurezza.

Se la verifica straordinaria è svolta a seguito di un precedente verbale con esito negativo, sarà nostra cura spedire la documentazione necessaria all’amministratore, che a sua volta dovrà presentarla al Comune di appartenenza del condominio oggetto della verifica straordinaria, per la rimessa in servizio dell’impianto ascensore.

Qualora i lavori non siano stati eseguiti a regola d’arte, la verifica straordinaria avrà esito negativo. In tal caso occorrerà ottemperare alle nuove prescrizioni, richiedendo quindi una nuova verifica straordinaria.