Verifica impianti elettrici per aziende - CSDM

Verifica periodica impianti elettrici aziende

Verifica periodica impianti elettrici e di messa a terra per aziende - CSDM Le Verifiche periodiche degli impianti di messa a terra nelle aziende sono collegate al DPR 462/01, un regolamento di semplificazione riferito alla messa in esercizio e verifica degli impianti elettrici. In seguito all’omologazione dell’impianto elettrico (obbligatorio per legge), il datore di lavoro ha l’obbligo di dare incarico, ad un Ente abilitato, di effettuare la verifica periodica dell’impianto ogni 2 o 5 anni.

Le verifiche periodiche sugli impianti di messa a terra nelle aziende sono obbligatorie nel momento in cui nell’azienda è presente un lavoratore dipendente.
La legge non fornisce un’indicazione precisa nel caso di una società senza dipendenti, ma bisogna prendere in considerazione che il soggetto, in caso di infortunio provocato dall’impianto elettrico non a norma, deve poter tutelare la sua persona e dimostrare di aver provveduto a far effettuare le verifiche da parte di tecnici e verificatori esperti e competenti (CEI 64/8 ed. 2007 parte VI); ovvero aver implementato un sistema di procedure in linea con la legge 231. In caso di incendio, inoltre, le compagnie di assicurazione rispondono solo se si dimostra (si produce documentazione) di aver effettuato verifiche periodiche dell’impianto elettrico nei modi e tempi corretti (ovvero in linea con il DPR 462/01).

CSDM dispone di uno di staff di ingegneri abilitati dal Ministero dello Sviluppo e soddisfa i requisiti di professionalità per lo svolgimento delle verifiche. Sempre in ottemperanza a quanto richiesto dal Ministero, tutti i verificatori CSDM abilitati per lo svolgimento delle verifiche secondo il D.P.R. 462/01 non svolgono e non possono svolgere attività di progettazione, installazione e consulenza in merito agli impianti elettrici a garanzia di terzietà ed imparzialità dei risultati ottenuti durante lo svolgimento del loro incarico.

La verifica periodica CSDM sugli impianti elettrici soggetti e non al DPR 462/01 consiste essenzialmente nelle seguenti attività:
  • Esame della documentazione relativa all’impianto (dichiarazione di conformità, progetto e precedenti verbali d’ispezione).
  • Esame a vista dei luoghi e degli impianti.
  • Prova di continuità dei conduttori di terra, di protezione ed equipotenziali.
  • Prove di funzionamento.
  • Misura della resistenza di terra.
  • Misura dell’impedenza dell’anello di guasto.
  • Misura delle tensioni di contatto e di passo.

Al termine della verifica periodica CSDM consegnerà al rappresentante legale o alla persona responsabile e all’elettricista manutentore un verbale (certificato d’ispezione) con l’esito (positivo o negativo) ed eventuali prescrizioni.
È importante che il rappresentante legale della società percepisca che quella che sembra essere l’ennesima incombenza sopraggiunta alle mille operazioni quotidiane, è una opportunità per mettersi al riparo da una serie di responsabilità che sussistevano già prima dell’entrata in vigore del DPR 462/01.
Copyright 2012. All Right Reserved. P.IVA 12822160151 Codice Etico | Politica ed obiettivi per la qualità | Site Map | Disclaimer | Cookies privacy | Credits

In questo sito utilizziamo i cookie, continuando la navigazione ne autorizzi l’uso. Per maggiori informazioni > clicca qui.

X CHIUDI