Analisi acque condominiali: chimico-fisica e batteriologica - CSDM

Analisi acque: chimico-fisica e batteriologica

Analisi chimico-fisica e batteriologica acque condominiali - CSDM Il decreto legislativo n. 31 del 2 febbraio 2001 (modificato ed integrato dal D.L.vo n. 27 del 2 febbraio 2002) recepisce la direttiva 98/83/CE relativa alla qualità delle acque destinate al consumo umano.
Il decreto definisce "acque destinate al consumo umano" le acque potabili utilizzate in ambito domestico, per cucinare, per bere o per altri usi domestici, negli esercizi commerciali, comunità, imprese nonchè le acque utilizzate dalle imprese alimentari per la produzione di prodotti destinati al consumo umano.
Il gestore del servizio idrico, deve garantire che i valori di parametro siano rispettati nel punto di consegna. É compito invece dell’amministratore, garantire che i valori di parametro rispettati nel punto di consegna, siano mantenuti anche nel punto in cui l'acqua fuoriesce dai rubinetti (ovvero non vi sia contaminazione dall’ingresso dell’acqua nel condominio fino al rubinetto di ogni singolo condomino).

Il D.lgs 31/01 stabilisce i punti in cui l'acqua deve essere conforme ai parametri di legge:
  • per le acque fornite attraverso una rete di distribuzione, nel punto di consegna (generalmente identificato dal contatore o in un punto vicino più comodo) e nel punto in cui queste fuoriescono dai rubinetti.
  • per le acque fornite da una cisterna, nel punto in cui fuoriescono dalla stessa.
  • per le acque potabili confezionate in bottiglie, nel punto in cui sono imbottigliate o introdotte nei contenitori e nelle confezioni in fase di commercializzazione o comunque di messa a disposizione per il consumo.
  • per le acque utilizzate dalle imprese alimentari, nel punto in cui sono utilizzate nell'impresa.

L’Amministratore deve quindi vigilare affinché la sistemazione e la conservazione delle conduttore comuni nel condominio non cagionino danno alla salute dei condomini e di terzi, in ottemperanza con il D.lgs 31/01.

CSDM ha sviluppato la soluzione più efficace ed economica per il corretto controllo delle acque potabili nei condomini, che consiste in:
  • CAMPIONAMENTO: i tecnici CSDM effettuano il prelievo dal rubinetto dell’abitazione più lontana rispetto all’ingresso dell’acqua potabile nel condominio.
  • PREPARAZIONE CAMPIONI: i laboratori* partner CSDM preparano 14 tipi diversi di campioni.
  • ANALISI: i laboratori* partner CSDM effettuano sui campioni analisi microbiologiche (batteri coliformi a 37°C, enterococchi, escherichia coli ) e analisi chimiche (PH, colore, odore, sapore, conduttività, disinfettante residuo/cloro, ammonio, nitriti, alluminio, ferro e dal 2011 anche l'arsenico).
  • REPORTING: CSDM invia all’amministratore il rapporto di prova con il relativo esito (conforme o non conforme): in caso di esito non conforme CSDM effettuerà un nuovo campionamento, analisi e rapporto di prova (l’eventuale esito non conforme porta, in ottemperanza alle normative vigenti, alla bonifica dell’intero impianto idrico del condominio da parte di una società specializzata).

(*) Tutti i laboratori partner CSDM sono accreditati Accredia (ex Sinal) e riconosciuti dal Ministero della Sanità e dalla Regione Lombardia.
Copyright 2012. All Right Reserved. P.IVA 12822160151 Codice Etico | Politica ed obiettivi per la qualità | Site Map | Disclaimer | Cookies privacy | Credits

In questo sito utilizziamo i cookie, continuando la navigazione ne autorizzi l’uso. Per maggiori informazioni > clicca qui.

X CHIUDI